Blog-News

Learn Italian at work – courses for pharmaceutical companies.

The workplace is one of the headquarters for the development of the individual personality. Italian legal system protects the dignity of the individual known as law 300:1970 (The Workers’ Statute). It is an important aspect that the CCNL provides is the right of education. Specifically, the collective labour agreement given by the pharmaceutical sector provides in the section 4 “the individual education making explicit reference to literacy for foreign workers”

Specifically, this clause refers to the right of education and the possibility to use paid permissions in case of absences due to frequency. The literacy for foreign workers can also occur into the workplace. There are many companies to improve productivity and the social integration of its workers ask to language schools to have an expert advice.  Studying Italian language as second language in the workplace, specifically in pharmaceutical companies, has to improve and help foreign workers during their period.

Learn Italian as second language for the pharmaceutical industry are essential to reach the expected results in terms of learning and self-esteem of employees. Companies are looking for languages expert to help their workers improving Italian in the workplace.

Spaziolingua is in Milan – Via Giosuè Carducci, in years this Languages school works in the area of education and literacy teaching for foreigners in Italy.

Business classes are very important for Spazio Lingua, and they are the core business for this school. Many of these companies ask to Spazio Lingua to organize their language course in:

•             Workplace

•             Offices

•             Educational Class for foreign workers

•             School

Spazio Lingua’s employers are at your complete disposal to provide preliminary information necessary for the Organization of the course and to give a custom estimate.

 

Corsi di Italiano per il lavoratori nel settore farmaceutico

Perché è importante che il datore di lavoro favorisca, all’interno della propria azienda, corsi d’italiano?

 

I motivi principali risiedono in una tematica, oggi, molto importante: l’alfabetizzazione dei lavoratori stranieri.

 

Il fenomeno dell’integrazione ha luogo ovunque: a scuola, nel quartiere, nelle associazioni e in modo particolare sul posto di lavoro.

 

A tal proposito SpazioLingua, da un lato, intende impegnarsi affinché un numero sempre maggiore di lavoratori possa essere inserito in modo ottimale nel mercato del lavoro.

 

Dall’altro, vuole garantire una formazione professionale che consenta al lavoratore straniero di apprendere il linguaggio tecnico dell’azienda ospitante, necessario per perseguire gli obiettivi prefissi dal datore di lavoro.

 

Oggigiorno, a seguito della globalizzazione, molte aziende, come nello specifico le case farmaceutiche, si rivolgono a strutture specializzate, allo scopo di offrire al lavoratore migrante la possibilità di approfondire la conoscenza della lingua nell’ambito della propria attività lavorativa al fine  di migliorare la produttività e l’integrazione sociale.

In particolare, nel settore farmaceutico si riscontra una forte domanda di alfabetizzazione dei dipendenti stranieri, lo studio e la conoscenza di termini tecnici specifici sono elementi indispensabili affinché il corso di italiano raggiunga i risultati attesi, rispondendo così alle aumentate esigenze dei pazienti.

 

Ecco perché il contratto collettivo previsto dal comparto farmaceutico prevede all’articolo 4 la formazione individuale facendo esplicito riferimento all’alfabetizzazione dei lavoratori stranieri.

 

 

Spaziolingua intende offrire, ai molti lavoratori delle aziende presenti sul territorio italiano, la possibilità di approfondire la conoscenza della lingua italiana nell’ambito della propria attività lavorativa.

I contenuti del corso sono conformi ai diversi settori professionali e adeguati alle conoscenze linguistiche dei partecipanti; ma le novità non finiscono qua , Spazio lingua introduce la possibilità per le aziende interessate di

cancellare la partecipazione al corso fino a 3 ore prima senza penale.

 

Sul sito è disponibile il calendario completo dei corsi in programmazione.

www.spaziolingua.it

_________(15/06/2015)______________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 

 

 

Lavoro alla pari/ Au Pair: istruzioni per l’uso/1

Da sempre il lavoro alla pari rappresenta per i giovani di ogni paese la possibilità di fare un soggiorno all’estero riuscendo a coprire tutte le spese e senza avere l’onere di trovare una sistemazione logistica.

Lo scopo principale che spinge migliaia di giovani ogni anno ad andare all’estero, per fare un’esperienza di questo tipo, è l’esigenza di imparare una lingua nuova nonché la voglia di calarsi completamente negli usi e nei costumi di un paese straniero.
Proprio quest’ultimo aspetto può dare origine a difficoltà di inserimento e a problemi nella gestione della vita quotidiana presso la famiglia ospitante.
La conoscenza di poche semplici regole potrebbero evitare il senso di inadeguatezza e disorientamento che può sentire chiunque si trovi per la prima volta ad affrontare le piccole incombenze quotidiane in un paese estero.

Cominciamo con individuare le condizioni necessarie affinché si possa lavorare nel nostro paese:

• Età compresa tra i 18 e i 30 anni
• Conoscenza almeno basilare della lingua
• Se si è cittadini europei basta la carta d’identità, in caso alternativo è sufficiente il passaporto
• Presentazione dalla famiglia ospitante della dichiarazione di ospitalità entro le 48 ore successive all’arrivo.

In caso di soggiorno superiore ai tre mesi ci sono altri oneri da ottemperare: iscrizione all’anagrafe del comune, richiesta del codice fiscale e iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale.

Le regole su elencate afferiscono agli obblighi burocratici, ma in realtà quello che preoccupano di più, il lavoratore alla pari quando si trova in un altro paese, sono le regole non scritte di “vita quotidiana”.

• Quante ore dovrò lavorare
• Quanto è giusto pretendere come compenso.
• Cosa devo fare se vado a prendere i bambini della famiglia ospitante a scuola
• Come funziona la raccolta differenziata

Tratteremo in successivi articoli queste informazioni importanti, burocratiche e non, alfine di rendere sempre più agevole l’esperienza dei giovani che vengono in Italia per motivi di lavoro o studio.

22/05/2015
___________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Full immersion language course: What is it?

 

We often hear talking about Full Immersion Language Courses. What is it?

Learning a new language with this full immersion method means knowing the foreign culture learning. It helps you to know behaviors and sayings.

How to reach this goal!

Reaching this goal is associated to the understanding and these two fundamental concepts: coercion and exposure.

Even though these concepts could be arduous, actually these features are very simple and necessary to learn a new language.

Let’s try to understand how it works

If people go abroad and speak always the same language, they will never apply the coercion and exposure concepts

The right approach to learn a foreign language is:

• Attend local people so you must speak with them in their language
• Speak at least eight hours per day
• Avoid the company of fellow citizens.

These methods help you learning a new language with fun!

This is SpazioLingua’s goal, and for this reason, we promote this Full Immersion Language Course with many students coming from everywhere!

Contact us to learn more

APRIL 10th 2015
___________________________________________________________________________________________________________________